ACIDO BENZOICO, A COSA SERVE.

Acido benzoico, a cosa serve.

L’acido benzoico è un componente spesso presente nell’INCI di numerosi prodotti, sia quelli di natura alimentare sia quelli dedicati a salute e benessere psico-fisico; d’altronde, curare la propria salute fisica ed estetica comporta direttamente un miglioramento nel proprio umore, in quanto ogni donna sogna di svegliarsi la mattina e vedere allo specchio una pelle pura e libera da imperfezioni.

La sicurezza nell’uso di prodotti con l’acido benzoico consiste nella naturale presenza di questo in alimenti che consumiamo quotidianamente, come i mirtilli ed altre tipologie di bacche, per non parlare del fatto che si presenta anche nella gomma di alberi della famiglia “Styrax”; è, quindi, un ingrediente comune nei prodotti biologici e non inquinanti, per tutti coloro che tengono a curare il proprio benessere, senza andare a discapito dell’ambiente e dell’ecosistema.

L’acido benzoico, presente nell’INCI anche come “sodium benzoate“, è un principio attivo necessario per la sua funzione antisettica, inibendo la formazione e crescita di microrganismi, come funghi, muffe e batteri; proprio per questo motivo, è particolarmente indicato per coloro che necessitano di un prodotto che purifichi la pelle, diminuendo la possibilità di formazione di punti neri e brufoli.

E’ spesso contenuto anche in prodotti relativi al make-up, dato che è un componente adatto sia per coloro che hanno una pelle particolarmente sensibile sia per chi desidera truccarsi senza il rischio di infezioni cutanee, come i tanto odiati brufoletti, o l’occlusione dei pori.

Viene spesso utilizzato anche negli shampoo e balsami per capelli, qualora fosse necessario combattere contro la forfora, dovuta ad un fungo chiamato “Malassezar Furfur” che, generalmente, è già presente sul cuoio capelluto, ma, grazie all’equilibrio cutaneo, rimane inoffensivo.

Oltre alla sua funzione antisettica, l’acido benzoico ha funzione regolatrice del pH cutaneo, aiutando nell’assorbimento di altri principi attivi.

Sinteticamente, le sue funzioni sono:

  • antisettico
  • pH regolatore
  • conservante
  • inibitore di odori e sapori
  • decongestionante delle vie aeree

Dov’è utilizzato:

  • prodotti antiforfora
  • prodotti non comedogeni
  • antisettici (come i collutori)
  • salviette, come quelle per bambini
  • shampoo e balsamo
  • prodotti make-up

Controindicazioni:

Non presenta particolari controindicazioni o modi d’uso, in quanto è adatto a qualsiasi tipo di pelle; l’unico appunto è la conformità dei prodotti alle leggi europee, le quali vietano concentrazioni dell’acido benzoico superiori a:

  • prodotti per risciacquo orale: 1,7%
  • prodotti che necessitano di risciacquo (tranne quelli orali): 2,5%
  • prodotti che non necessitano di risciacquo: 0,5%

L’unica particolarità a cui fare attenzione, riguarda l’uso eccessivo di prodotti alimentari che presentano questo conservante.