ALOE VERA, PROPRIETÀ E BENEFICI

Aloe vera, proprietà e benefici

Vitamine, amminoacidi, sali minerali ed enzimi: sono questi alcuni degli ingredienti che rendono l’Aloe evra una delle piante più salutari del panorama botanico. 

Spesso per curare piccoli malesseri o problemi di salute si ricorre sovente a farmaci, ignorandone l’incidenza dannosa che a lungo andare possono avere sull’organismo. La Natura invece ha regalato all’uomo una serie di piante ed erbe dalle proprietà portentose e l’Aloe vera è tra queste, vero e proprio elisir noto sin dai tempi antichissimi, come dimostra l’iscrizione del 4300 a.C. rinvenuta in un tempio egizio.

Aloe vera: cenni storici

L’Aloe vera è la specie più diffusa dell’Aloe, pianta grassa facente parte della famiglia delle Aloaceae: ha un portamento arbustivo e presenta foglie succulente lanceolate, grandi e dai margini punteggiati da spine. La pianta, che emette anche fiori gialli, aranciati o rossi chiamati nell’antica Mesopotamia “foderi di coltelli”, è originaria principalmente dell’Afria nord-orientale, anche se si è poi diffusa nei Paesi del Mediterraneo, in Venezuela, Messico, in Oceania, nelle Antille e nei Caraibi.

L’essenza preziosa dell’Aloe vera è insita nelle sue carnose foglie, dalle quali si estrae una sostanza gelatinosa che può essere utilizzata sin da subito per uso cutaneo: basta recidere la foglia alla base e strofinare il gel ottenuto sulla pelle dopo aver eliminato gli aculei sui bordi.

benefici dell’Aloe sono noti sin dall’antichità, con gli egizi che solevano sistemare questa pianta all’ingresso delle piramidi, al fine di indicare la via per la Terra dei Morti al faraone. Nel Papiro di Ebers del 1500 a.C. si cita l’Aloe in relazione all’imbalsamazione dei morti.

I grandi medici del passato, da Ippocrate a Discoride, usavano prescrivere l’uso dell’Aloe per le sue proprietà disinfettantiantinfiammatorie e rigeneranti. Lo stesso Plinio il Vecchio, nel suo famoso trattato Historia Naturalis, cita i benefici dell’Aloe soprattutto in relazione alle ferite riportate dai soldati in battaglia.

Col tempo l’Aloe e le sue proprietà si diffusero in Europa e nelle Americhe grazie ai missionari spagnoli, ma è solo negli anni 50 del XX secolo che, grazie al farmacista Coats che stabilizzò naturalmente la polpa di Aloe, si aprirono le porte alla sua commercializzazione.

L’Aloe vera e benefici per la pelle

Uno degli usi principali dell’Aloe vera è quello topico a livello dermatologico: infatti grazie alla vitamina C, al collagene, alle mucillagini e agli zuccheri in grado di trattenere l’acqua, l’Aloe rende la pelle più idratata e morbida, come se fosse rigenerata. L’Aloe è particolarmente indicata per le pelli particolarmente secche e mature, con le rughe attenuate grazie all’effetto tensore del gel di Aloe.

L’uso dell’Aloe vera sulla pelle si rivela poi prezioso in caso di punture d’insetto particolarmente pruriginose, eritemi solariematomi e scottature: anche le macchie scure del viso e delle mani sono attenuate grazie ai fibroblasti che incentivano la produzione di elastina e collagene.

A proposito dell’Aloe vera e delle sue proprietà, il gel spalmato sul viso funge da barriera protettiva, preziosissima per arginare gli effetti del vento freddo, del sole e delle particelle inquinanti.

Con l’Aloe vera si possono preparare delle efficaci maschere per il viso con la semplice aggiunta di olio di mandorle dolci, da tenere in posa all’incirca 10 minuti; realizzando invece una poltiglia con l’aloe, l’olio evo e lo zucchero, si ottiene uno scrub naturale ed efficace.

Benefici dell’Aloe vera a livello gastrointestinale

Alla luce degli studi effettuati nel 2004 in UK, si sono evidenziati grossi benefici dall’uso dell’Aloe vera a favore del sistema gastro intestinale e questo grazie ai mucopolisaccaridi e ai glicosidi antrachinonici. Il succo di Aloe può essere considerato un vero e proprio gastroprotettore assolutamente naturale, contribuendo a curare coliti, gastriti, ulcere ed eccessiva acidità di stomaco: l’Aloe vera inoltre aiuta a ridurre l’acidità allo stomaco, riequilibrando i livelli del Ph e contribuendo così a una digestione ottimale.

Gli antrachinoni e l’aloina inoltre stimolano la peristalsi e consente la regolare evacuazione grazie a un’ottimale azione irritativa delle mucose intestinali: questa funzione lassativa dell’Aloe, nota fin dall’antichità, oltre alla regolarità intestinale aiuta anche a disintossicare l’organismo da quelle tossine che di solito si accumulano proprio nell’intestino. 

A proposito di mucose, anche quelle vaginali traggono beneficio dall’Aloe vera che aiuta ad alleviare eventuali infiammazioni intime, bruciore e prurito: si ricordino infatti le proprietà antimicotiche di questa pianta, capace di contrastare l’azione di batteri e funghi quali la Candida albicans e l’Escherichia.

Aloe e benefici per capelli, cavo orale e sistema immunitario

L’Aloe vera è ricca di amminoacidi, quali la cisteina, e di antiossidanti, tanto da rivelarsi efficace nel contrasto dei radicali liberi e dell’invecchiamento cellulare: a beneficiarne sono, oltre alla pelle, anche le unghie e i capelli

Tra le proprietà dell’Aloe vera c’è quella di rinforzare il fusto del capello, rendendolo più resistente a strappi o caduta; l’estratto di Aloe vera combatte poi la forforalenisce il cuoio capelluto irritato o sensibile e rende più luminosi i capelli, grazie all’azione delle vitamine, degli amminoacidi e dei sali minerali.

Si raccomanda l’uso di Aloe vera anche nel caso in cui si soffra di infiammazioni del cavo orale come ad esempio afte, stomatiti e gengiviti, oppure se si hanno gambe particolarmente gonfie e doloranti.

La presenza di tante vitamine nell’Aloe (A-B1-B2-B3-B12-C), consente all’organismo di funzionare meglio, rafforzando in particolare il sistema immunitario nei casi in cui si ritrova maggiormente sotto pressione: è il caso ad esempio dei malanni influenzali legati alla fredda stagione invernale.

A fortificare il sistema immunitario contribuiscono non solo le vitamine dell’Aloe vera ma anche l’acemannano: si tratta di un tipo di zucchero dalle note proprietà antivirali che nello stesso tempo stimola la produzione dei globuli bianchi macrofagi, fondamentali nella lotta alle cellule tumorali.

Aloe vera e controindicazioni

Si tende a pensare che un prodotto, solo perché naturale, sia innocuo per la salute e dunque se ne fa un grande uso, spesso spropositato. In realtà, nonostante le proprietà dell’Aloe, anche questa pianta ha le sue controindicazioni, seppure moderate.

Non è infatti consigliato il consumo di succo di Aloe ai bambini di età inferiore ai 12 anni, alle donne gravide e a quelle che allattano: il sapore generalmente amarognolo infatti potrebbe riversarsi sul latte materno, rendendolo così poco appetitoso per i neonati.

Anche coloro che soffrono di infiammazioni intestinali croniche, devono evitare il consumo di succo di Aloe, alla stregua di coloro che sono reduci da interventi chirurgici o che stanno assumendo farmaci, i cui effetti possono essere anche alterati.

In tutti gli altri casi si consiglia il consumo di succo di Aloe vera per non più di 3 mesi consecutivi in quantità che non devono generalmente superare i 50 ml al giorno.

A parte eventuali allergie, non ci sono controindicazioni in relazione all’uso topico del gel di Aloe vera.