BERGAMOTTO, PROPRIETÀ E UTILIZZI

Bergamotto, proprietà e utilizzi

Il bergamotto è un agrume che nasce dalla pianta ‘Citrus bergamia’. Parliamo di un albero sempreverde, con altezza tra i tre i quattro metri, caratterizzato da foglie carnose e lucide e fiori bianchi veramente profumati.

Il frutto del bergamotto si presenta con un colore giallo molto intenso, con una forma arrotondata leggermente schiacciata in corrispondenza dei poli.

Il bergamotto è una specie di agrume molto diffusa in Calabria, infatti viene coltivato soprattutto nei territori costieri. Non è certa la sua origine geografica, così come per gli altri agrumi, i quali vengono generati tramite ibridazioni.

L’origine del nome trova le radici nella lingua turca, ovvero beg armudi, che significa letteralmente ‘pero del signore’.

Bergamotto – Proprietà cosmetiche sula pelle e capelli

L’olio del bergamotto è ampiamente utilizzato a livello topico e in cosmesi. Infatti, è capace di disinfettare la pelle evitando la proliferazione di batteri nocivi. E’ in grado di curare le screpolature delle pelle ed aiuta a levigare i talloni se aggiunto al sapone o all’acqua del bagno, tutelando, allo stesso tempo, la pelle dalle infezioni.

Il bergamotto può essere mescolato anche con i prodotti per capelli, così da prevenire le calvizie e migliorare la lucentezza dei capelli.

Ha anche un’importante funzione cicatrizzante, dato che il suo olio essenziale consente di riequilibrare la produzione di sebo e di diminuire la comparsa di cicatrici e segni, rendendo più uniforme il colore e il tono della pelle.

Se, ad esempio, abbiamo una cicatrice sul viso, l’olio di bergamotto andrà a favorire la rigenerazione delle cellule, grazie alle sue proprietà di rinnovamento cutaneo.

Infine, garantisce una migliore circolazione del sangue nel derma e consente una distribuzione più uniforme della melatonina, ovvero quel pigmento che conferisce il colorito sano della pelle.

Un ultimo vantaggio dell’olio di bergamotto è che protegge la pelle dalle conseguenze dell’invecchiamento. causati dall’esposizione prolungata al sole, mantenendo la pelle giovane.

Modalità d’uso

Avete a disposizione diverse modalità per utilizzare il bergamotto. Un esempio può essere inserendo qualche goccia di olio essenziale nei sali da bagno. Sono necessarie venti gocce circa per 150 grammi di sali. Per godere delle proprietà aromaterapie del bagno aromatico rimanete immersi per almeno venti minuti nell’acqua calda.

Un alternativa interessante, propedeutica per la pelle, è addizionando il bergamotto a creme o shampoo. Dovrete solamente aggiungerne qualche goccia nella crema viso da notte o da notte. Per quanto riguarda lo shampoo e maschere ristrutturanti, risultano necessarie dieci gocce. In seguito, lasciate in posa il bergamotto per 20 minuti circa, così da ottenere gli effetti desiderati.

Controindicazioni Bergamotto

Per quanto riguarda le controindicazioni, è bene considerare che l’olio essenziale di bergamotto è fotosensibile, quindi se, dopo aver utilizzato il bergamotto sulla pelle, vi esponete alle lampade solari o al sole, è possibile subire bruciature o irritazioni.

Il nostro consiglio è di evitare l’esposizione al sole o a lampade solari per almeno 12 ore dall’applicazione. Per essere sicuri di non incorrere in alcun rischio dovuto alla fotosensibilità, potreste optare per ricorre ad oli vegetali o creme a base di bergamotto prima di andare coricarvi.

Considerando che si tratta di un olio essenziale decisamente delicato, come del resto quello di tutti gli agrumi, è importante conservarlo al buio e al fresco. Generalmente, la longevità del bergamotto si attesta intorno ai due anni, poi tende a perdere le sue capacità. Fate attenzione alla data di scadenza prima di utilizzarlo.