Come riconoscere i cosmetici biologici

cosmetici biologici

Cosmetici biologici: definizione

Cosa sono i cosmetici biologici? Si definiscono tali i prodotti cosmetici creati utilizzando elementi naturali che provengono da un’agricoltura biologica; essi rispettano l’ambiente e non contengono al loro interno ingredienti geneticamente modificati o sostanze non consentite.
Per questi particolari tipi di prodotti, non esiste ancora uno standard europeo che ne definisca caratteristiche e limiti; ma c’è una lista approssimativa delle componenti che rientrano o meno a pieno titolo nella definizione di ingredienti bio.

Cosmetici biologici: certificazione

Per quanto riguarda lo statuto di “biologico” conferito a tali prodotti esistono degli appositi enti autorizzati che si assumono il compito di rilasciare una certificazione che attesti la reale composizione biologica di tali prodotti.
Qualora un produttore di cosmetici decida di rilasciare una certificazione di cosmetico biologico, dovrà rivolgersi a un ente specializzato. I due enti principali in Italia ed Europa sono: Cosmos e NaTrue; ciascuno di essi definisce dei criteri che un prodotto biologico deve possedere per essere definito tale.

  • Cosmos è un ente entrato in vigore nel 2009; esso si occupa di garantire la provenienza biologica delle componenti dei prodotti cosmetici, e si assicura che l’intera fase produttiva dei prodotti sia svolta con tecnologie sostenibili, che rispettano l’ambiente.
    I criteri che Cosmos definisce come preliminari alla certificazione di un cosmetico bio riguardano: la percentuale di ingredienti biologici che devono essere impiegati all’interno della produzione di un prodotto finito, che deve essere almeno del 20%, o 10% se si tratta di un detergente; e gli ingredienti non biologici che non devono superare il 30 %.
  • L’ente NaTrue, a differenza di Cosmos, non prende in esame il ciclo produttivo del cosmetico, ma ne valuta esclusivamente gli ingredienti; ad esempio nella categorie cosmesi biologica e naturale, sono contenuti tutti i prodotti che possiedono almeno un 70% di sostanze naturali al loro interno. Una volta definiti i criteri in base ai quali questi enti svolgono il loro lavoro di controllo, passiamo ad identificare quali siano gli ingredienti considerati biologici e quali no.

Cosa contengono i cosmetici biologici?

Nella lista degli ingredienti consentiti in un cosmetico biologico figurano: componenti naturali, ingredienti di origine naturale, acqua e additivi.
Gli ingredienti naturali sono delle sostanze di origine vegetale, animale e minerale, ottenute senza trasformazioni chimiche; mentre gli ingredienti di origine naturale sono sostanze trasformate con processi chimici consentiti dagli enti di certificazione biologica.
Ancora, gli additivi, sono sostanze come, conservanti, regolatori di ph, e fragranze, che vengono utilizzate per donare al prodotto maggiore sicurezza e gradevolezza.

Le sostanze non approvate dagli enti di certificazione comprendono invece: i siliconi e i derivati siliconici, gli ingredienti prodotti da coltivazioni OGM, composti etossilati, PEG e PPG, polimeri acrilici, oli minerali, sostanze derivate dall’alluminio, sostanze di origine sintetica, e sostanze che possono provocare danni all’ambiente.
Tutte queste sostanze vengono considerate come nocive, e per tale motivo non possono essere contenute all’interno di prodotti biologici. Tali sostanze sono dannose per la pelle, invasive, e creano danni all’ambiente.
Affinché un prodotto cosmetico sia certificato come biologico è necessario che la sua etichetta illustrativa, non comprenda nessuno di questi ingredienti, al fine di rilasciare sul mercato dei composti che giovino alla cute in maniera naturale. Un prodotto definito biologico deve rispettare degli standard specifici emanati dagli enti di certificazione, così da promuovere l’acquisto di prodotti di alta qualità, che assicurano risultati sicuri e naturali.

Una volta definiti quali siano gli ingredienti consentiti e quali no, passiamo a descrivere gli standard di packaging che un buon prodotto cosmetico biologico dovrebbe possedere.
In linea con il concept generale di tali cosmetici naturali, la confezione in cui tali composti sono contenuti, deve essere quanto più semplice è possibile.
Ciò è un prerequisito fondamentale al fine di far veicolare il messaggio secondo cui, simili prodotti siano sinonimo di semplicità e naturalezza.
Per questo motivo, i principali materiali utilizzati per gli imballaggi, sono quelli riciclabili, in linea con la filosofia bio portata avanti da tali case cosmetiche. Assolutamente vietate sono confezioni in plastica, che liberano diossine durante la combustione; questi ultimi sono prodotti che potrebbero arrecare danni alla salute umana durante il loro smaltimento.
Chiaro è dunque, che un prodotto cosmetico bio, deve trasmettere un messaggio univoco: rispetto dell’ambiente e del naturale equilibrio tra uomo e natura.

Come riconoscere gli ingredienti dei cosmetici bio

Lo sposalizio tra l’amore per la propria salute e l’interesse per l’ambiente è il concept di questi prodotti. Il loro punto di forza sta nella formula costitutiva di cui sono dotati.
Un buon prodotto biologico e naturale si riconosce a prima vista: sull’etichetta sono scritti tutti gli ingredienti utilizzati per la sua preparazione, che facilitano la scelta degli acquirenti.
Ogni casa produttrice opta per un ingrediente base all’interno dei suoi cosmetici, un marchio distintivo che definisca la sua storia e le sue idee.
I principali ingredienti della cosmesi bionaturale sono: l’acqua, l’alcohol, ingredienti naturali, coloranti artificiali.
L’acqua è la componente fondamentale di un cosmetico a marchio bio, spesso presente in percentuale più alta rispetto agli altri componenti.
L’alcohol è il secondo elemento contenuto all’interno della lista degli ingredienti bio; esso non è da confondere con il comune alcool etilico. Quest’ultimo viene utilizzato come solvente o antisettico, mentre l’alcohol indica una serie di sostanze grasse che vengono utilizzate per dare consistenza ai cosmetici.
Gli ingredienti naturali, invece, possono essere di diversi tipi; ciascuno di essi è riconoscibile grazie al nome latino della pianta da cui provengono e dal nominativo in inglese attribuito alla parte del vegetale che viene utilizzato.
Ultimi, ma non per importanza, ci sono i coloranti artificiali, che vengono indicati con la sigla CI, Color Index, e si distinguono tra loro in base al numero a 5 cifre che segue la sigla, indicante la tonalità.

Cosmetici bio: pro e contro

Negli ultimi tempi si è sviluppata una veemente questione riguardo i prodotti biologici, sulla loro reale efficacia, e sul discorso etico che si cela dietro di loro.
Prodotti simili sono il risultato del desiderio umano di salvaguardare l’ambiente e la salute; ma spesso ci si chiede quanto di realmente sentito ci sia dietro tutto ciò.
Al di là della questione etica, che viene trattata in sedi più opportune, è necessario chiarire quali siano i vantaggi apportati da prodotti biologici e naturali, e quali siano invece gli svantaggi prodotti da questi ultimi.
Tra i fattori positivi di questi prodotti cosmetici, c’è la loro composizione prevalentemente naturale: infatti, come sottolineato, gli ingredienti contenuti all’interno dei prodotti biologici sono prevalentemente di origine naturale, e per questo motivo risultano poco invasivi nei confronti dell’epidermide; ciò permette la fruibilità di specifici composti per la cura del viso e del corpo nel rispetto dell’ambiente e della salute umana.
In secondo luogo, acquistare prodotti cosmetici naturali e biologici, riportano alla mente antichi trattamenti di bellezza, assolutamente efficaci e privi di agenti esterni nocivi. Basti pensare che in tempi passati, non esistevano aziende che producevano cosmetici, e dunque donne e uomini erano costretti a prendersi cura della loro pelle, con delle strategie tutte al naturale. Si utilizzavano delle componenti reperibili in natura per creare dei composti per il trattamento estetico della cute: erbe aromatiche e fiori erano tra i principali elementi utilizzati per la cura della cute.
Usare cosmetici biologici contribuisce al ritorno in auge del pensiero “tutta natura”, che oggi sembra essere tornato in voga.

Tali cosmetici tuttavia, presentano degli svantaggi. Innanzitutto il costo di simili prodotti è di gran lunga maggiorato rispetto agli altri cosmetici presenti in commercio; questo perché le fasi produttive dei cosmetici bio sono più lente e richiedono un lavoro più minuzioso e scrupoloso. Il processo produttivo incide quindi sul costo del prodotto finale, rendendolo maggiormente caro a dispetto di un qualsiasi altro cosmetico.
Un altro fattore “negativo” è il tempo di conservazione dei cosmetici naturali; poiché gli ingredienti contenuti al loro interno sono del tutto privi di conservanti e agenti chimici, i prodotti biologici hanno una data di scadenza più breve in confronto a cosmetici classici.
Dunque quando sei alla ricerca di un cosmetico bio che soddisfi le tue richieste, faresti meglio ad informarti ampiamente in merito agli elementi costituenti di questi ultimi e alle eventuali certificazioni rilasciate dalle case produttrici.

Come scegliere i prodotti cosmetici bio

Quali sono i criteri da valutare nel momento in cui dovrai acquistare un prodotto biologico per la cura della tua pelle?
Sicuramente il fattore determinante è dato dall’INCI, ovvero la composizione interna di tali prodotti. Dovrai riporre particolare attenzione durante la lettura dell’etichetta posta sulla confezione dei cosmetici; per orientare la tua scelta considera che gli elementi generalmente contenuti all’interno di questi prodotti sono: il tocopherol (un antiossidante), il panthenol (un antistatico), mica, titanium dioxide, e ultramarine blue.
Gli ingredienti che non devono contenere i prodotti biologici sono invece: conservanti di qualunque tipo, i parabeni, i siliconi, e i coloranti simili.
Con la giusta attenzione potrai acquistare dei cosmetici ad alto contenuto naturale, che contribuiscono all’equilibrio del tuo ph naturale, senza creare alcun tipo di danno alle cellule connettive. Questi prodotti hanno un’azione delicata e naturalmente efficiente, motivo per il quale, ad oggi, sono la scelta preferenziale di molte donne in campo cosmetico.

L’attenzione nei confronti dell’ambiente e del biologico è all’ordine del giorno; sempre più donne (e uomini) preferiscono acquistare un prodotto di cosmesi bio piuttosto che un efficace cosmetico tradizionale. Le motivazioni di questa preferenze hanno radici profonde che affondano nell’idea secondo la quale favorire un simile prodotto possa contribuire ad aumentare la qualità della nostra vita. Ma perché scegliere cosmetici biologici?
Esiste una sottile differenza tra prendersi cura della salute della propria pelle e applicare un cosmetico di marca per una mera questione estetica. Ad oggi è fondamentale porre attenzione sul come la nostra epidermide reagisce a un cosmetico: nutrendo la pelle con un cosmetico delicato e naturale otterremo dei risultati più che soddisfacenti, senza “contaminare” in alcun modo il nostro tessuto connettivo.
Fare una scelta simile deve essere dettata dalla tua coscienza, poiché acquistando un prodotto di cosmetica bio e naturale starai facendo un favore a te stessa e all’ambiente.
I prodotti biologici, infatti, assicurano risultati duraturi e naturali, fornendo alla tua pelle un aspetto rivitalizzato, e una texture levigata e morbida.
Inoltre, una simile scelta è perfetta per tutte coloro che sono in stato interessante, poiché i prodotti di cosmesi bionaturale non contengono alcuna componente che possa recare problemi alle donne durante la gravidanza.

Cosmesi bio in gravidanza

Quando si scopre di essere in attesa di un bebè, una delle tante preoccupazioni che attanagliano le donne è come prendersi cura della propria pelle. L’uso di cosmetici e trucchi spesso intimorisce le donne in gravidanza.
Molte si chiedono se sia sbagliato truccarsi in gravidanza, o applicare delle creme per la cura del viso o del corpo. La risposta è semplice: bisogna porre attenzione agli ingredienti che compongono i prodotti che deciderai di acquistare.
Una donna in stato interessante dovrà prediligere un cosmetico naturale, che potrà riconoscere dall’etichetta sulla confezione; è necessario che si conoscano i criteri in base ai quali viene definito un simile cosmetico, e quali siano le sue componenti essenziali.
Capire quale sia il prodotto che più si addice alle tue esigenze non è un operazione impossibile; sarà necessario acquistare prodotti cosmetici bio, anche online A questo proposito ti consigliamo di visitare questa categoria di Farmacosmo), tenendo conto di quali siano i risultati che si vogliono ottenere.
Nello specifico esiste una lista di elementi vietati in gravidanza, spesso contenuti in tutti i classici prodotti di cosmetica acquistabili in profumeria. Questi sono: il retinolo (potente antiage), il perossido di benzoile, e l’idrochinone (presente in molte creme che combattono le macchie della pelle).
Bisognerà quindi evitare questi ingredienti tossici e indirizzare lo sguardo verso prodotti naturali, che si prendano cura della tua pelle e della salute del tuo bambino