Cosmetici bio: cosa sono e perché usare i cosmetici biologici

Cosmetici bio

Cosa sono i cosmetici bio? Un vero cosmetico biologico è certificato, cioè deve rispettare una serie di regole, anche se a volte sono regole specifiche per ogni paese.

In genere un cosmetico bio è un prodotto proveniente da agricoltura ecologica, che preserva l’ambiente e le biodiversità. Sono quindi escluse da questa produzione l’uso di concimi sintetici, l’ingegneria genetica, ecc.

I cosmetici biologici rappresentano una scelta perfetta per la cura del nostro corpo, perché contengono sostanze naturali, biologiche al 100%.

Biocosmesi: cos’è e quali sono le sue caratteristiche

Cos’è la biocosmesi? Diamo un significato a questo termine: la biocosmesi è una tecnica che crea preparati e trattamenti prodotti con ingredienti che provengono da agricoltura o allevamenti biologici.

I biocosmetici rispettano la nostra pelle e allo stesso tempo rispettano la natura, piante e animali, perché non se ne servono per testarli o danneggiarli.

Ma sono efficaci?

I cosmetici bio, prodotti quindi con ingredienti naturali. La loro efficacia dipende innanzitutto dalla loro composizione e dalle sostanze presenti.

I benefici dei cosmetici bio

Se ti stai chiedendo perché acquistare cosmetici ecobiologici, ti elenchiamo una serie di benefici che otterrai da questi cosmetici:

  • Assenza totale di parabeni, solfati, ftalati o prodotti petrolchimici, che hanno effetti dannosi sulla nostra pelle.
  • Hanno effetti anti-invecchiamento: negli ingredienti biologici puoi anche trovare antiossidanti di vitamina C, olio di rose, acqua di rose, olio di rosmarino o olio di semi di girasole, che rallentano il processo di invecchiamento della pelle.
  • Gli ingredienti sono in genere a base di erbe, un’alternativa più salutare rispetto ai cosmetici standard realizzati con additivi sintetici.

Come passare ai cosmetici bio

Prima di passare ai cosmetici biologici, devi memorizzare il significato di cosmetico bio: un prodotto per la cura del corpo realizzato e formulato con principi attivi naturali e biologici, che seguono gli standard imposti dai disciplinari ecobio.

Molti sono ancora perplessi, scettici, incerti. Ecco quindi una serie di consigli che ti aiuteranno nel cambiamento.

  • Prima di tutto: il passaggio ai cosmetici biologici non deve essere radicale. Potresti acquistare quelli bio man mano che terminano gli altri. Un cambiamento graduale, quindi.
  • Cerca le alternative bio per i cosmetici che usi quotidianamente. I primi cosmetici bio da acquistare sono quindi quelli essenziali, di cui non puoi fare a meno.
  • Inizia con i prodotti che restano sulla pelle più a lungo, come una crema idratante per il viso che usi 2 volte al giorno.
  • Leggi con attenzione gli ingredienti e, se non comprendi qualche voce, cerca informazioni online.
  • Scegli i cosmetici con comprovate certificazioni.
  • Non lasciarti spaventare dal prezzo. Molti acquistano cosmetici a basso costo, anche in quantità, e finiscono poi per lasciarli inutilizzati. Fai una spesa consapevole e acquista pochi ma buoni prodotti bio.
  • Allo stesso modo, molti si fissano sulle marche famose di cosmetici standard, spendendo quindi più soldi. Meglio allora spendere la stessa cifra per un cosmetico bio. Il prezzo è spesso indicativo di ingredienti biologici di alta qualità.
  • Se hai la pelle sensibile, cerca il cosmetico bio adatto a pelli sensibili. Anche se contiene soltanto sostanze naturali e biologiche, alcuni ingredienti naturali possono creare allergie (come accade anche con alcuni cibi).

Differenza tra cosmetici naturali e cosmetici bio

Spesso si tende a confondere i due termini “naturale” e “biologico” o, peggio, a usarli scambievolmente. In realtà i cosmetici naturali non devono essere confusi né scambiati per cosmetici bio. Il prodotto biologico ha una definizione più rigorosa di quello naturale.

Cosmetici naturali: sono semplicemente cosmetici prodotti con attivi di origine vegetale o animale, ma non sono biologici, perché non ne hanno la certificazione. Possono per esempio contenere una percentuale di ingredienti sintetici, quindi non sono assolutamente bio.

Ma non è tutto. Un cosmetico naturale può essere composto da soli principi attivi, ma questo non lo rende anche biologico, perché alcuni o tutti i suoi principi attivi possono provenire da coltivazioni che hanno usato pesticidi o sono stati testati su animali.

Cosmetici bio: sono certificati da un ente esterno e devono sottostare a uno specifico protocollo. Per esempio non devono contenere determinati ingredienti, anche gli stessi contenitori devono essere approvati dall’ente di controllo; il luogo di produzione deve essere verificato. Gli ingredienti provengono da coltivazioni portate avanti senza fertilizzanti e pesticidi.

I cosmetici biologici funzionano?

Problemas de piel, agua con cal - Descalcificador sin Sal Aquasonic

È la domanda spontanea che pongono molti, prima di abbandonare i cosmetici cui sono da sempre abituati. Funzionano davvero i cosmetici bio?

Sì, funzionano. Passare ai bio non significa rinunciare ai risultati. Anzi, molti cosmetici bio sono perfino più efficaci degli altri. E in più:

  • Un alto contenuto di sostanze biologiche è rappresentato da ingredienti attivi.
  • Le sostanze biologiche – come olio di cocco, miele, aloe vera e burro di karitè – hanno proprietà lenitive, idratanti e nutrienti, a differenza delle sostanze non biologiche che non hanno benefici nutrizionali.

Cosmetici biologici fai da te

Vuoi creare dei cosmetici bio per la cura della pelle fatti in casa? Ecco ciò che devi sapere:

  1. Cerca gli ingredienti adatti, che nutrano la pelle e siano davvero sicuri. Non basta trovare gli ingredienti, ma devi anche considerare il modo in cui interagiscono tra loro.
  2. Il secondo passo da compere è quindi trovare una formulazione professionale per il tuo cosmetico biologico, ma considera che non tutti i cosmetici possono essere realizzati in casa, come per esempio una crema solare, che richiede competenze tecniche scientifiche.
  3. Misura correttamente gli ingredienti: usa una bilancia digitale e presta molta cura alle dosi della ricetta del cosmetico. Otterrai così il giusto equilibrio di ingredienti nella tua formulazione.
  4. Hai pensato ai conservanti? Se il tuo cosmetico contiene acqua, per esempio, può essere contaminato da muffe, lieviti e batteri. I prodotti anidri, invece, sono soggetti a ossidazione e di solito richiedono un antiossidante.
  5. Segui i consigli d’uso: alcuni ingredienti, se usati in certe quantità, possono creare problemi alle pelli sensibili. Alcune dosi devono essere rigorose e devi rispettarle. Stesso discorso per i conservanti.
  6. Scegli il contenitore. È importante conservare i cosmetici fatti in casa in contenitori adeguati e igienici. Ermetici, anche. Barattoli per creme ed erogatori con spray per i cosmetici liquidi.
  7. Fai attenzione alla quantità di cosmetico da preparare: non avrai una data di scadenza da controllare, quindi è bene produrre piccole quantità.
  8. Buone pratiche di preparazione: igiene e pulizia sono alla base di un buon cosmetico fatto in casa. Disinfetta gli strumenti che userai (contenitori compresi), lava bene le mani prima di metterti al lavoro e, se necessario, usa dei guanti.

Ma un consiglio resta valido su tutti: se vuoi passare ai cosmetici bio, rivolgiti a chi li crea da anni e di cui puoi leggere opinioni e valutazioni positive.